Torino, 9-10 novembre ’19: “Laboratorio di danze per la scuola”

SIEM-Torino

Laboratorio di danze per la scuola

Corso di aggiornamento
Scarica il DÉPLIANT


Riprendono le attività alla Sezione SIEM di Torino: il 9 e 10 novembre vi aspettiamo presso il Laboratorio musicale “Il Trillo” (via Manin, 20) per il corso di aggiornamento intitolato Laboratorio di danze per la scuola (12 ore).

Condotto da Carla Padovani e rivolto a insegnanti, musicisti, operatori nei servizi educativi, animatori socio-culturali, il corso si propone di trasmettere ai bambini la bellezza e l’importanza delle diversità culturali attraverso le danze tradizionali.

Danze popolari per divertirsi, comunicare, stare insieme e approfondire tecniche di didattica per l’insegnamento delle stesse.

ORARIO:

9 novembre: ore 9-13 e 15-19
10 novembre: ore 9-13



SCADENZA ISCRIZIONI: 27 ottobre 2019




Programma del corso

  • Il corso prevede l’insegnamento di alcune danze adatte per la scuola dell’infanzia e primaria utilizzando e approfondendo alcune metodologie di insegnamento.
  • In un secondo momento i partecipanti potranno sperimentare la riproposta di qualche danza utilizzando gli spunti di didattica appresi.
  • Confronto e sintesi del lavoro svolto.

La FUNZIONE DIDATTICA di questo percorso si può quindi riassumere in questi punti:

  • Socializzazione: la danza è una rappresentazione corale e come tale sviluppa nel gruppo un sentimento di unione e solidarietà. Ridimensiona le manifestazioni egocentriche ed incoraggia gli alunni più timidi ed introversi.
  • Consolidamento e coordinamento degli schemi motori di base: l’attività motoria espressa nella danza etnica consente di acquisire e affinare le competenze motorie in modo naturale, perché a differenza di altri tipi di danza, essendo espressione del linguaggio popolare, offre modalità semplici e alla portata di tutti.
  • Educazione dell’orecchio musicale e del senso ritmico: essendo la danza etnica un codice linguistico, abitua l’orecchio ad associare la danza a diversi temi musicali (il movimento al ritmo).
  • Sviluppo della personalità: “la danza è una cooperazione organizzata delle nostre facoltà mentali, emotive e corporee che si traduce in azioni la cui esperienza è della somma importanza per lo sviluppo della personalità” (Laban).
  • Approccio ai valori interculturali: il confronto, la condivisione di momenti di gioia sono in grado di arricchirci, di eliminare diffidenze e sospetti, di educare al riconoscimento della differenza come valore.
  • Acquisizione di tecniche e stili ben definiti: la danza etnica è prerogativa del mondo intero, pertanto si potrà spaziare fra danze extra-europee, europee e italiane.

Obiettivi

L’obiettivo è quello di offrire una serie di strumenti didattici atti a trasmettere ai bambini il valore delle diversità culturali attraverso lo studio delle danze tradizionali.

La danza tradizionale, espressione dei valori di un determinato gruppo etnico, ha come caratteristiche fondamentali la semplicità e l’immediatezza dell’esecuzione alla portata di tutti, la ripetitività unita alla spontaneità del movimento. In questo modo diventa una forma di conoscenza del proprio corpo nel rapporto gesto-ritmo, della funzione storico-sociale e dei valori legati alla danza stessa.

L’aspetto ritmico musicale ed in particolare la danza rivestono un’importanza fondamentale nell’educazione di ciascun individuo. Attività psicomotoria per eccellenza, la danza ha costituito un mezzo per una migliore conoscenza del proprio corpo e delle sue potenzialità, intelligenza musicale, spaziale, ecc.

In un contesto divertente e socializzante attraverso la realizzazione di semplici danze tratte dalla cultura tradizionale, saremo stimolati a sviluppare, potenziare, interiorizzare e rendere consapevoli abilità motorie in divenire: “la presa di coscienza dello svolgimento di una prassi o di un automatismo acquisito nel corso dell’esperienza vissuta dal corpo raggiunge il suo massimo di precisione quando le sue caratteristiche ritmiche sono percepite finemente e possono essere associate a strutture sonore” (J. Le Boulch Verso una scienza del movimento umano).


Si raccomanda di portare calze antiscivolo!


Docente

Carla Padovani

Destinatari

Insegnanti di musica, musicisti, insegnanti di Scuola Primaria e Secondaria di I e II grado,
studenti, animatori, educatori, operatori nei servizi educativi,
animatori socio culturali

Sede e durata del corso

Torino, Laboratorio Musicale “Il Trillo”- via Manin 20
Durata: 12 ore (9-10 novembre 2019)


Iniziativa formativa autorizzata dal Direttivo Nazionale SIEM, prot. n. F-34/18-19 del 21 maggio 2019. Attività riservata ai soci SIEM con rilascio di attestato di frequenza (attività formativa riconosciuta dal MIUR. Accreditamento SIEM: DM 177/2000-Dir.90/2003; L 107/2015-Dir.170/2016).

, , , , , , , , ,